martedì 12 dicembre 2017

Per colazione dV Giochi!

La scorsa settimana, per sfruttare la giornata di ferie del venerdì, ho proposto al gruppo una mattinata di gioco, ma la sorte non mi ha arriso e mi sono ritrovato con una sfilza di "no purtroppo devo lavorare" che ti chiedi dove sia finita la crisi... vista anche l'A4 completamente bloccata in direzione Brennero.

Hanno comunque aderito in tre, il Bino (gamer) e un paio dal gruppo dei giochi di ruolo: Simone che è già avvezzo ai giochi da tavolo anche se non particolarmente assiduo e Valentina, che ha lasciato a dormire il marito meno arso dal sacro fuoco nerd, che ha partecipato per la prima volta. Per combinazione tra tutta la collezione ho scelto solo titoli della dV Giochi, un paio perché erano appena arrivati e A&B ve lo spiego adesso.

Appuntamento al bar sotto casa mia alle 8.30, tutti puntualissimi, colazione con calma (dopotutto siamo in ferie) e poi ritirata strategica nella stanza secondaria del Bar Angels.

mercoledì 6 dicembre 2017

Intervista a Mario Sacchi di Post Scriptum

Ciao Mario, stavo controllando or ora prima di scriverti e la nostra ultima chiacchierata su queste pagine risale al 2014, con Post Scriptum reduce dal successo di Fun Farm e impegnatissima sul fronte del lancio di Drizzit. Raccontaci questo intervallo in time lapse.
Ciao! Eh sì, è davvero parecchio tempo in effetti.
Di cose ne sono successe parecchie, anche se la più importante è abbastanza recente, visto che si tratta dell'ingresso del nuovo socio Marco Garavaglia, avvenuto quest'anno.
Altri avvenimenti notevoli: ovviamente l'uscita di Brick Party, sfornato dallo stesso team che ha prodotto Fun Farm, che al momento ha superato le 25.000 copie e poi soprattutto le nostre prime campagne Kickstarter, dedicate ai giochi di Placentia Games, Kepler-3042 e Wendake. Sicuramente un trampolino di lancio importante per una realtà come la nostra, anche se ovviamente hanno richiesto una mole di lavoro parecchio superiore a qualsiasi gioco da noi prodotto in precedenza.
Ma ne è valsa la pena, decisamente.
Poi ovviamente citiamo volentieri anche la collaborazione con Demoelà, sfociata nei giochi Zena1814 e Growerz, l'uscita di Sator-Malleus Maleficarum che ha celebrato il nostro decimo compleanno e il quindicesimo di Scribabs. E poi S.P.A.C.E. in collaborazione con l'Agenzia Spaziale Italiana, Bretagne, le espansioni di Drizzit, Ziuq ideato da un attore di successo come Andrea Pisani, la nostra prima escape room e altro ancora. Insomma: se guardate sul nostro sito troverete altri 22 giochi, dopo Drizzit.
E non abbiamo nessuna intenzione di rallentare!

mercoledì 29 novembre 2017

Intervista a Luca Bellini e Luca Borsa (in complicato ordine alfabetico)

Oggi ospitiamo sulle nostre pagine digitali una prolifica coppia di autori italiani: Luca Bellini e Luca Borsa (in complicato ordine alfabetico). Poiché è la prima volta che ho il piacere di intervistarvi, vi va di raccontarci brevemente qualcosa di voi?

Bellini: Ciao Remo e ciao a tutti i lettori. Raccontarsi è molto difficile… mi ritengo innanzi tutto un uomo fortunato: una moglie, tre figli e tanti amici con cui mi sono sempre divertito un casino. Sono arrivato nel mondo dei giochi in età matura e in modo casuale con l’idea di realizzarne uno come strumento di raccolta fondi per l’Associazione Barabba’s Clowns onlus di cui faccio parte (ho anche un vissuto da attore e clown): sviluppando quell'idea me ne vennero in mente altre e non sono più riuscito a fermarmi.

Borsa: Un saluto a tutti. Nasco ingegnere edile e ora faccio il game designer, devo dire che nel passaggio ci ho guadagnato, sposato con due figli adolescenti vivo a Busto Arsizio dove mi occupo anche di cinema sono stato per anni nel Cda di una dell' Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni.
La mia passione per il gioco da tavolo viene da lontano e anche l'inventare giochi nasce da bambino la mia prima pubblicazione con Ravensburger nel 2007 mi ha aperto un mondo di cui non riesco più a fare a meno.